Banca dati Excelsior

Costruisci tabelle e grafici personalizzati consultando la Banca dati Excelsior.
Disponibili i dati statistici sui fabbisogni delle imprese per professione, settore, titolo di studio per il 2013.

ACCEDI

Previsioni I trimestre 2014: le imprese del made in Italy puntano su assunzioni qualificate e stabili

Le previsioni di occupazione delle imprese dell’industria e dei servizi mostrano segnali importanti sul fronte occupazione, espressione di aspettative di miglioramento del contesto economico da parte di diverse componenti imprenditoriali di rilievo per la nostra economia. Si evidenziano in particolare le previsioni occupazionali delle imprese con oltre 50 dipendenti operanti in diversi comparti della manifattura made in Italy, a partire dalla meccanica (3mila i posti di lavoro in più entro marzo programmati da queste imprese), l’incremento di 5mila occupati dei servizi innovativi e di supporto alle attività aziendali e di 2mila unità del tessuto economico lombardo e, in particolare, di Milano, metropoli, sempre più proiettata verso Expo 2015. Inoltre si conferma un’attenzione alla cura della persona, che porta a prevedere un incremento della forza lavoro pari a 6mila unità in questo settore. La capacità di recupero di queste imprese, tuttavia, rallenta ma non riesce ancora a fermare il percorso di discesa dell’occupazione nel settore privato, che a fine marzo dovrebbe registrare un bilancio negativo di 14.500 unità, come effetto delle quasi 185mila entrate attese a fronte di oltre 199mila uscite previste. Per approfondimenti leggi il comunicato stampa e accedi ai bollettini trimestrali.
 

47mila lavoratori difficili da reperire nel 2013, 18mila in meno del 2012

Per 47mila posti di lavoro, 13 ogni 100 assunzioni tra quelle programmate anche in questo 2013 di crisi e di crescenti difficoltà sul versante dell’occupazione, ci sono imprese che hanno difficoltà a reperire personale adeguato. Si tratta in prevalenza di profili di laureati in materie scientifiche e tecniche come coloro che hanno studiato ingegneria elettronica e dell’informazione. Un ulteriore motivo di disallineamento è imputato dalle imprese a un gap di aspettative. Secondo gli operatori economici, ci sono alcuni profili che per motivi legati al percorso di carriera o al consenso sociale intorno a determinate professioni, spesso di più basso profilo, non soddisfano i desiderata dei potenziali candidati. Per approfondimenti consulta le tavole statistiche delle previsioni annuali.
 

Previsioni 2013/2017

ll sistema informativo Excelsior affianca alla consueta rilevazione delle tendenze di breve periodo, le previsioni di medio termine della domanda di lavoro in Italia, a livello settoriale e territoriale, fornendo delle stime sui fabbisogni per professione e titolo di studio. La dinamica delle entrate complessive per il 2013-2017 presenta un costante e progressivo aumento grazie al miglioramento della dinamica dell’occupazione complessiva che, seppure in riduzione fino al 2016 e in modestissimo aumento solo nell’anno finale, vede un costante miglioramento dei tassi di variazione annuali. I flussi di entrata saranno determinati soprattutto dalla necessità di sostituzione delle uscite per pensionamento che, dopo un’iniziale contrazione legata alla riforma del 2012, riprendono progressivamente consistenza e danno luogo a un potenziale ricambio, seppur rallentato dalla necessità di riassorbimento dei lavoratori in cassa integrazione. Per approfondimenti accedi alla sezione Previsioni 2013/2017.
 

Updated English version

The English website version has been updated. For more information see Excelsior survey 2013: key result and the annual forecast tables..