Banca dati Excelsior

Costruisci tabelle e grafici personalizzati consultando la Banca dati Excelsior.
Disponibili i dati statistici sui fabbisogni delle imprese per professione, settore, titolo di studio per il 2013.

ACCEDI

Previsioni II trimestre 2014: 72mila posti di lavoro in più grazie agli stagionali del turismo

L’occupazione tra aprile e giugno “riparte” dall’“industria” principe del made in Italy: il turismo. Alte infatti le opportunità per i diversi profili professionali utilizzati – nella gran parte dei casi con contratti stagionali – dalle imprese del settore, assunti in vista della stagione estiva: cuochi, camerieri, addetti all’accoglienza, all’informazione, ai servizi e all’assistenza alla clientela. Il saldo nel trimestre è finalmente positivo con 72mila posti di lavoro che le imprese creeranno nei tre mesi, come risultato delle 250mila entrate programmate e delle 177mila uscite preventivate. Per approfondimenti leggi il comunicato stampa e accedi ai bollettini trimestrali.
 

Primi risultati indagine annuale: 144mila posti di lavoro in meno nel 2014, ma erano il doppio nel 2013

I primi risultati dell’indagine annuale del 2014 registrano poco meno di 792mila entrate a fronte di 935mila uscite. Saldo, quindi, negativo di 143.700 unità ma dimezzato rispetto alle 250mila previste nel 2013. Ciò si deve sia all’incremento delle assunzioni programmate rispetto a quelle previste nel 2013 (+42.000), sia alla riduzione delle uscite (-64.600). Nel 2014, quasi 36mila posti di lavoro andranno persi nel settore manifatturiero, 39mila nelle costruzioni e 67.300 nei servizi. Per approfondimenti leggi il comunicato stampa.
 

Previsioni 2013/2017

ll sistema informativo Excelsior affianca alla consueta rilevazione delle tendenze di breve periodo, le previsioni di medio termine della domanda di lavoro in Italia, a livello settoriale e territoriale, fornendo delle stime sui fabbisogni per professione e titolo di studio. La dinamica delle entrate complessive per il 2013-2017 presenta un costante e progressivo aumento grazie al miglioramento della dinamica dell’occupazione complessiva che, seppure in riduzione fino al 2016 e in modestissimo aumento solo nell’anno finale, vede un costante miglioramento dei tassi di variazione annuali. I flussi di entrata saranno determinati soprattutto dalla necessità di sostituzione delle uscite per pensionamento che, dopo un’iniziale contrazione legata alla riforma del 2012, riprendono progressivamente consistenza e danno luogo a un potenziale ricambio, seppur rallentato dalla necessità di riassorbimento dei lavoratori in cassa integrazione. Per approfondimenti accedi alla sezione Previsioni 2013/2017.
 

Updated English version

The English website version has been updated. For more information see Excelsior survey 2013: key result and the annual forecast tables..