Leggi il documento 

Il volume Diplomati e Lavoro 2020 propone una rassegna completa sulle prospettive occupazionali dei diplomati e sui fabbisogni professionali e di competenze delle imprese del settore privato, perciò è consigliato a chi sta cercando una guida sui temi dell’orientamento alla formazione e al lavoro.

Nella pubblicazione il lettore potrà trovare le risposte a molte delle più comuni domande: • che lavoro potrei trovare con il mio diploma? • la mia formazione è interessante per le imprese? • quali sono le competenze richieste? • quali sono le professioni che offrono maggiori opportunità? • in quali settori e in quali regioni è più richiesto il mio diploma? Questa pubblicazione rappresenta anche uno strumento di supporto alle famiglie e agli studenti nell'orientare la scelta di indirizzi di studio in uscita dalla scuola media inferiore.

Le entrate programmate e le professioni più richieste di diplomati nel 2020

Le imprese dell’industria e dei servizi nel 2020 hanno programmato l’ingresso di 1.129mila diplomati (il 35% del totale delle entrate). Le imprese richiedono in misura nettamente prevalente diplomati con indirizzo amministrativo, finanza e marketing, pari a circa un terzo della richiesta complessiva di diplomati. Questo è dovuto ai fabbisogni produttivi presenti nelle aree funzionali amministrazione, commerciale o vendite. Molto richiesti anche i diplomati ad indirizzo meccanica, meccatronica ed energia. I diplomati svolgono, in un terzo dei casi, professioni di livello intermedio tipiche del commercio, del turismo e della ristorazione, mentre il 17% svolge professioni tecniche e specialistiche. La professione più richiesta tra i diplomati è quella degli assistenti alla vendita negli esercizi commerciali.

La difficoltà di reperimento di lavoratori diplomati.

Le imprese trovano difficoltà nel reperire risorse umane tra i diplomati per il 28% degli inserimenti previsti. Le motivazioni prevalenti sono: • il “gap di offerta”, che spiega il 48% delle difficoltà: la figura è molto richiesta e i candidati sono troppo pochi; • il “gap di competenze”, che riguarda il 43% delle difficoltà, per cui i candidati con diploma non hanno le necessarie competenze o non hanno le caratteristiche personali adatte allo svolgimento della professione. Le professioni “introvabili” per le quali le imprese cercano diplomati sono in ordine decrescente: Periti e agenti immobiliari, Rappresentanti di commercio, Tecnici esperti in applicazioni informatiche, Agenti assicurativi, Addetti all'archiviazione di documenti, Tecnici della gestione di cantieri edili, Tecnici delle costruzioni civili, Tecnici della produzione alimentare e Operatori socio-sanitari nel settore privato.

Le competenze richieste ai diplomati

Le imprese apprezzano e richiedono ai diplomati le cosiddette soft skill, le più importanti sono la Flessibilità e la capacità di adattamento, a seguire Problem solving Lavorare in autonomia, Comunicare in italiano, e infine Comunicare in lingue straniere. Per quanto riguarda le competenze della transizione ecologica e tecnologica, le competenze green sono le più apprezzate insieme alle competenze digitali di base e di comunicazione visuale. La pubblicazione si conclude con le schede sulle prospettive occupazionali per indirizzo di studio, con le principali professioni formate dall’indirizzo, le competenze richieste e i principali settori economici di impiego e le richieste per regione. Gli indirizzi sono presentati in ordine alfabetico.

Scarica il pdf del rapporto  Diplomati e lavoro - 2020 


Licenza Creative Commons
Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere-ANPAL, Sistema Informativo Excelsior è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.