Leggi il documento 

Il volume Formazione professionale e lavoro 2020 rappresenta una rassegna completa sulle prospettive occupazionali dei qualificati e diplomati professionali. L’analisi dei fabbisogni professionali e di competenze per le imprese del settore privato di industria e servizi lo rende uno strumento indispensabile per l’orientamento al mondo del lavoro.

I dati 2020 indicano che per circa 1 posto di lavoro su 4 (25% delle entrate) è richiesta una formazione professionale (qualifica triennale o diploma quadriennale), a conferma del costante interesse delle imprese per i corsi professionalizzanti finalizzati a formare figure corrispondenti ai fabbisogni espressi dalle aziende, per questo si notano chiari collegamenti fra il titolo di studio e le professioni che i qualificati e i diplomati professionali sono chiamati a svolgere.

Gli indirizzi di studio di qualifica e diploma professionale più richiesti nel 2020

Le imprese richiedono, in misura prevalente, qualificati e diplomati con indirizzo ristorazione, richiesto da imprese del settore turistico ma non solo. Anche i qualificati e diplomati nell’indirizzo meccanico, nei servizi di vendita, nell’indirizzo edile possono contare su importanti possibilità di lavoro. Si nota nel complesso una distribuzione abbastanza equilibrata tra la richiesta di lavoratori con qualifiche afferenti agli indirizzi “industriali” e a quelli dei servizi. Tra i primi dieci indirizzi se ne contano cinque “industriali” e tre dei servizi, mentre due sono trasversali a tutti i settori (sistemi logistici e amministrativo-segretariale).

Le professioni proposte ai qualificati e diplomati professionali

I qualificati e diplomati professionali svolgono, nel 38% dei casi, professioni di livello intermedio tipiche del commercio, del turismo e della ristorazione, mentre una parte consistente è poi chiamata ad esercitare professioni operaie specializzate (30% del totale o legate alla conduzione di impianti fissi o mobili, compresa la guida di veicoli (16%), mentre il 3% svolgerà professioni tecniche o impiegatizie, per le quali è maggiormente richiesto il diploma di scuola secondaria superiore.

Quali sono le professioni “introvabili” per le quali le imprese cercano qualificati o diplomati professionali?

Le professioni per le quali le imprese segnalano la maggiore difficoltà di reperimento di qualificati e diplomati professionali sono gli Specialisti di saldatura elettrica, Saldatori e tagliatori a fiamma, Attrezzisti di macchine utensili, Installatori di linee elettriche, Falegnami, Idraulici e posatori tubazioni idrauliche e del gas, Meccanici, Installatori e riparatori apparecchi elettrici, Addetti alle consegne e Addetti macchine utensili automatiche e semiautomatiche.

Per quasi il 30% delle ricerche di qualificati e diplomati professionali sono segnalate difficoltà di reperimento: le motivazioni alla base di questa difficoltà sono tanto il ridotto numero di candidati (47%), quanto la mancanza di formazione e competenze adeguate (43%).

Gran parte degli inserimenti di qualificati e diplomati si concentra nei settori turismo e ristorazione e industria manifatturiera. Nel manifatturiero le richieste più elevate sono quelle dell’industria metalmeccanica ed elettronica.

Le imprese apprezzano e richiedono ai diplomati le cosiddette soft skill, le più importanti sono la flessibilità e la capacità di adattamento, ma per ogni professione sono preferite competenze differenti; è quindi utile, verificare nella pubblicazione quali siano le competenze trasversali considerate più importanti dalle imprese per uno specifico indirizzo di studio o professione.

Per quanto riguarda le competenze legate alla transizione ecologica e tecnologica, le competenze green sono le più apprezzate, ritenute necessarie per il 39% delle entrate, si segnalano anche le competenze digitali di base e di comunicazione visuale considerate importanti per il 7% degli ingressi, mentre la capacità di applicare tecnologie 4.0 è richiesta soltanto all’8% dei qualificati e dei diplomati professionali.

La pubblicazione si conclude con le schede sulle prospettive occupazionali per indirizzo di studio, con le principali professioni formate dall’indirizzo, le competenze richieste e i principali settori economici di impiego e le richieste per regione. Gli indirizzi sono presentati in ordine alfabetico.

Scarica il pdf del rapporto  Formazione professionale e lavoro - 2020 


Licenza Creative Commons
Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere-ANPAL, Sistema Informativo Excelsior è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.