Nel 2015 l’8,8% delle imprese ha ospitato giovani in percorsi di alternanza scuola-lavoro e sono stati oltre 165mila i giovani coinvolti. Anche in considerazione del ruolo fondamentale del sistema camerale nella diffusione e promozione dell’alternanza scuola lavoro, il Sistema informativo Excelsior effettuerà sistematicamente un monitoraggio quantitativo e qualitativo dell’utilizzo di questo strumento da parte delle imprese. Per approfondimenti sull’alternanza e sul ruolo formativo delle imprese clicca qui.

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO E IL RUOLO FORMATIVO DELLE IMPRESE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

Con il 2015 hanno iniziato ad essere attuati percorsi di alternanza scuola lavoro (previsti dalla Legge 107/2015 la cosiddetta riforma della “Buona Scuola” e di durata che varia dalle 200 alle 400 ore) espressamente destinati agli studenti del triennio delle scuole media superiori. Si tratta di un’iniziativa di particolare importanza, che per la prima volta rende il tirocinio in azienda parte integrante del percorso formativo collegando sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica. Ad ospitare gli studenti nel 2015 si è reso disponibile l’8,8% delle imprese (che in parte si sovrappone alla quota di quelle che hanno ospitato stagisti e tirocinanti tout court), con la partecipazione di oltre 165.800 giovani: risultati sicuramente apprezzabili considerando che la legge è datata 13 luglio, e quindi, in pratica riferiti ai soli mesi finali dell’anno. Le imprese con maggior dimensioni sono anche quelle che offrono una maggiore disponibilità, a fronte di una più articolata struttura organizzativa e di conseguenza ad una maggiore capacità ad accogliere studenti in percorsi di alternanza scuola lavoro (solo il 6,8% delle imprese da 1 a 9 dipendenti hanno ospitato nel 2015 studenti in alternanza scuola lavoro contro il 31,3 % delle imprese con più di 500 dipendenti).

Quasi il 63% delle imprese coinvolte ha deciso di riservare ai percorsi di alternanza scuola lavoro un periodo di massimo tre settimane concentrandolo soprattutto nei mesi che coincidono con il tradizionale “anno scolastico” (solo il 36,1 % delle imprese, senza particolari differenze fra industria e servizi, ha scelto il periodo estivo).

Rispetto alla disponibilità ad accogliere nuovamente gli studenti, nel 2016 il 27,9% delle imprese prevede di ospitarne un numero inferiore rispetto a quelli ospitati nel 2015, il 35,9% prevede un numero più o meno uguale e il 36,2% di ospitarne un numero maggiore.

Nel corso del 2015 le imprese che hanno organizzato corsi di formazione per i propri dipendenti sono state il 20,8% del totale, coinvolgendo il 28,2% degli organici aziendali. La prima evidenza che emerge dall’esame dei dati è che la percentuale di imprese nelle quali si svolge attività di formazione continua è fortemente correlata alla dimensione d’impresa: più è grande l’azienda, maggiore è la probabilità che metta in atto iniziative formative per i propri dipendenti: la probabilità di ricevere formazione in un’impresa con più di 500 dipendenti (53,2%) è quasi 4 volte superiore all’analoga probabilità in un’impresa con meno di 10 dipendenti (14,3%). Non si registrano grosse differenze dal punto di vista settoriale: l’incidenza delle imprese formatrici si attesta al 20,6% per i servizi e si ferma invece al 21,4% per l’industria. La finalità principale dei corsi interni ed esterni erogati dalle imprese ai propri dipendenti è quella dell'aggiornamento del personale in riferimento alle mansioni già svolte, mentre solo in piccola parte le attività formative sono indirizzate all'acquisizione di competenze per nuovi compiti e funzioni.

TIROCINI

Nel 2015 l’11,4% delle imprese dell’industria e dei servizi ha ospitato tirocinanti e stagisti. Come negli anni precedenti, la quota delle imprese che hanno manifestato disponibilità a ospitare tirocinanti e stagisti cresce all’aumentare delle dimensioni aziendali, dal 7% di quelle fino a 9 dipendenti al 71,8% di quelle con oltre 500 dipendenti. Stage e tirocini continuano ad essere modalità privilegiate dalle imprese per testare possibili candidati cui offrire un contratto di lavoro, in costante aumento sono infatti gli stagisti e tirocinanti che le imprese hanno assunto o hanno già deciso di assumere nel corso del 2016 con un aumento del 12,5% rispetto alla rilevazione precedente. Per approfondimenti leggi la pubblicazione “Formazione continua, tirocini formativi e alternanza scuola lavoro”.  

DASHBOARD

Consulta grafici e tabelle sui fabbisogni professionali delle imprese

Accedi

Vai all'inizio della pagina