6.2.1.8 : Lastroferratori
 

Le professioni comprese in questa categoria lavorano lamiere non sottili ovvero riparano carrozzerie e scocche e le costruiscono artigianalmente; tagliano, piegano e lavorano lamiere, per asportazione e deformazione, per costruire stampi o altri manufatti.

 

Entrate programmate nel 2019*
Giovani


  7560  



  4890   di cui assunzioni di dipendenti




*Valori assoluti arrotondati alle decine



  37  %  



Forme contrattuali delle assunzioni
Quote di entrate con contratti non alle dipendenze

30 %


Tempo indeterminato

53 %


Tempo determinato

17 %


Apprendisti

0 %


Altri

Lavoratori in somministrazione   31,9  % 
Collaboratori   0,2  % 
Altre forme non alle dipendenze   3,2  % 

Difficoltà di reperimento

Motivi delle difficoltà




  37  %  





Per mancanza di candidati   47,9  % 
Preparazione inadeguata   42,9  % 
Altri motivi   9,2  % 
Esperienza
Assunzioni per sostituzione
  12,6  %  Esperienza professionale
  50,7  %  Esperienza nello stesso settore
  28,0  %  Esperienza generica di lavoro
  8,6  %  Esperienza non richiesta



  40  %  

Genere

Immigrati

Maschi

  82,0 %  
Femmine

  4,0 %  

Ugualmente adatti

  14,0 %  

   22,2%  ** 


(**) Numero previsto di immigrati in entrata nell'azienda



Livello di istruzione



  27,3%  



  0,0%  


Scuola dell'obbligo

esplicita e potenziale


  72,6%  



  45,3%  


Formazione professionale

esplicita e potenziale

27,4 %


Diploma secondario

0,0 %


Titolo universitario

I dati sulla domanda di qualificati o diplomati professionali sono esposti secondo due componenti differenti. Oltre ai qualificati e diplomati professionali espressamente segnalati ('entrate esplicite'), le imprese ricercano lavoratori che genericamente abbiano frequentato la 'scuola dell'obbligo'. Si sono verificati i casi in cui tale richiesta è associata a professioni per le quali esistono corsi per la formazione professionale triennale. Si è così individuata una ulteriore 'domanda potenziale' di qualifiche professionali.



Dimensione di impresa

Necessità ulteriore formazione

1 - 9 dip.
10 - 49 dip.
50 dip. e oltre



  21,1 %  
  42,7 %  
  36,2 %  



  89  %  

Competenze ritenute molto importanti per la professione


Trasversali
  
Lavorare in gruppo
  40%  
  
Problem solving
  37%  
  
Lavorare in autonomia
  36%  
  
Flessibilità e adattamento
  63%  
  
Green
  
Risparmio energetico e sostenibilità ambientale
  43%  
  
Tecnologiche
  
Utilizzare linguaggi e metodi matematici e informatici
  9%  
  
Utilizzare competenze digitali
  0%  
  
Applicare tecnologie 4.0 per innovare processi
  13%  
  
Comunicative
  
Comunicare in italiano informazioni dell'impresa
  10%  
  
Comunicare in lingue straniere
  0%  
  


Compiti e attività segnalati dalle imprese per i profili professionali specifici di questa professione

CARROZZIERE:
Utilizza il battilastra sulle macchine incidentate per raddrizzare i danni causati dagli incidenti stradali e rimettere in sesto la carrozzeria. Si occupa di smontare le parti esterne della carrozzeria di automobili e di rimontarle con l'ausilio della normale attrezzatura da carrozziere. Ribatte, rivernicia e ripara le carrozzerie degli autoveicoli utilizzando il forno, il tintometro e altri strumenti fra cui pc per diagnosi. Raddrizza le lamiere di autoveicoli e mezzi danneggiati, le rivenicia con macchinario e pistole a spruzzo, fissa la verniciatura in forno idoneo. Prepara le autovetture da riparare tramite carteggiatura e stuccatura e, a riparazione avvenuta, aiuta nella verniciatura delle stesse. Si occupa di montaggio, smontaggio, lucidatura e finitura delle autovetture e salda le parti ammaccate delle stesse.

LAMIERISTA:
Si occupa della conduzione di macchine ed impianti per la lavorazione della lamiera (punzonatura, piegatura, saldatura) ed assemblaggio parti meccaniche.. Taglia, piega e stampa lamine di alluminio con l'utilizzo di presse meccaniche al fine di realizzare pezzi da comporre per la realizzazione di autovetture. Inserisce le lastre delle lamiere nella macchina, programma la misura da tagliare e segue la lavorazione. Deve tagliare, piegare le lamiere e montarle.

STAMPATORE SU METALLO:
Prende i tondi d'acciaio, li taglia con le cesoie, li inserisce nel forno e, raggiunta la temperatura, li riprende per metterli nelle presse dove il prodotto prende la forma. Opera sulle macchine di stampaggio controllando la lavorazione, rifinisce il prodotto e lo imballa; si occupa della manutenzione degli stampi per lo stampaggio. Taglia il metallo e lo modella in funzione della forma dello stampo; monta i vari elementi di metallo per ottenere il pezzo desiderato. Segue il lavoro del macchinario che stampa il metallo, poi ripone il prodotto finito in ceste metalliche per la vernicatura. Stampa i vari pezzi in metallo utilizzando presse ed effettua un controllo visivo dei pezzi ottenuti.. Realizza i disegni richiesti dai clienti lavorando con macchinari che fondono e stampano metalli.





        Se i grafici non sono visibili installare la JVM al seguente indirizzo www.java.com e seguire le istruzioni. Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768