E' disponibile la pubblicazione del rapporto Excelsior targato Unioncamere e Anpal, riguardante le previsioni dei fabbisogni occupazionali e professionali in Italia a medio termine (2018-2022). Da qui al 2022 saranno necessari più di 2,5 milioni di occupati, dipendenti e autonomi: oltre il 70% di questi nuovi ingressi, ovvero 1,8 milioni di lavoratori, dovrà possedere competenze piuttosto elevate e qualificate (per il 35,8% si parla espressamente di «high skills» - professioni specialistiche e tecniche).
Delle oltre 2,5 milioni di assunzioni programmate nei prossimi cinque anni dalle imprese del settore privato e di quello pubblico, inoltre, poco più del 30% sarà appannaggio di laureati, per una quota pari quasi a 780mila posizioni, mentre circa 810mila posizioni andranno a diplomati (31,4%). Per approfondire leggi il REPORT

Sono 1,42 milioni i rapporti di lavoro da avviare tra maggio e luglio 2018, 425mila dei quali nel mese di maggio. In salita di un punto rispetto alla precedente rilevazione la difficoltà di reperimento complessiva, che si attesta sul 22% con il settore dell’ICT che raggiunge il 40%. Per approfondimenti leggi Excelsior INFORMA.

Le imprese innovatrici concentrano oltre un quarto di tutte le entrate previste nel 2017 e hanno previsto di effettuare assunzioni in misura nettamente superiore alle imprese non innovatrici (80,2% contro 53,8%). Anche le imprese esportatrici sono più disponibili ad assumere e chiedono figure maggiormente qualificate. Per approfondire leggi i volumi sui fabbisogni occupazionali e formativi delle imprese innovatrici ed esportatrici.

Sono quasi 1,4 milioni i rapporti di lavoro da avviare tra aprile e giugno 2018, 425mila dei quali nel mese di aprile. Di questi, il 34% è destinato ai giovani. Per approfondimenti leggi il comunicato stampa e Excelsior INFORMA.

Sono quasi 366mila le imprese dell’industria e dei servizi con dipendenti, pari ad oltre una impresa su 4, ad aver investito nella formazione del personale nel 2016.

Rispetto all’anno precedente, l’erogazione della formazione aziendale del 2016 fa registrare un incremento di quasi un punto percentuale in termini di dipendenti coinvolti nei corsi (oltre 3,2 milioni complessivamente).

Per approfondimenti leggi il comunicato stampa e il volume formazione continua e tirocini.

Oltre 1,2 milioni di rapporti di lavoro da avviare tra gennaio e marzo 2018, con il settentrione che fa il pieno di risorse umane, prevedendo l’attivazione di quasi il 60% di questi contratti, Nord Ovest in testa con circa 390mila ingressi in azienda. Per approfondimenti sulle entrate programmate a gennaio 2018 e nel I trimestre 2018 leggi il comunicato stampa.

DASHBOARD

Consulta grafici e tabelle sui fabbisogni professionali delle imprese

Accedi

Vai all'inizio della pagina